Lo Stretching Energetico

Lo stretching, fatto bene, è un modo per prevenire squilibri energetici.

Praticando lo stretching si può sperimentare la meravigliosa sensazione di allungamento e di rilassamento, una sensazione che può essere avvertita non solo a livello intellettivo ma, più profondamente, con l’intero essere, se si rinuncia ad usare la mente per controllare i movimenti e si lascia che il corpo assuma le posture.

Esistono diversi approcci per la prevenzione della salute ed ognuno ha i propri meriti, sia per quanto riguarda la forma esteriore, sia per quei principi fondamentali. Non si può sperare di avere successo solo imitando ciò che si vede esteriormente. Il metodo che operi al meglio può venire solo dall’acquisizione della comprensione dei principi compresi. 

“Quando si pratica lo stretching grande importanza si da alla respirazione”

Per comprendere il fenomeno della vita, il corpo è stato suddiviso in strutture anatomiche o cellule, che compongono i vari tessuti. La salute ha cominciato ad essere considerata in funzione delle nostre componenti fisiche, cioè ossa, muscoli, nervi e vasi sanguigni. 

Questa stessa struttura concettuale è stata applicata al movimento e molti pensano che, per migliorare l’intero, basta semplicemente rafforzare singolarmente le singole parti. Benché ciò sia in un certo senso vero, in realtà noi non possiamo mai isolare completamente una parte e muovere o influire singolarmente e solo su di essa.

stretching

“L’intero sbiadisce sullo sfondo quando noi focalizziamo solo una parte, ma l’intero continua comunque ad esistere in quanto è in connessione con l’intero corpo”

Perciò è impossibile manipolare lo scheletro o qualsiasi altra parte della struttura fisica per influire solo su muscoli od organi particolari.

Spesso un problema fisico appare in una parte del corpo e si può aver l’impressione che quella sia l’unica a soffrirne: il problema in realtà esiste nel corpo come intero.

Alberto Saja
Istruttore di Wing Tsun Kung Fu
Operatore Shiatsu
Operatore del massaggio Thai
Consulente di nutrizione.

Iscriviti alla Newsletter

Powered by Alberto Saja